La mise en place: quando apparecchiare la tavola fa la differenza al vostro matrimonio

La mise en place, ovvero il corredo della tavola: quanto è importante? come si sceglie? ma soprattutto, quando e dove si sceglie?


Se volete avere un altro elemento vincente per rendere indimenticabile il vostro matrimonio, non potete non leggere quanto sto per scrivere. La mise en place non avrà più segreti.


mise en place sfarzosa
La mise en place è l'insieme dei sottopiatti, piatti, stoviglie e bicchieri che ogni commensale trova alla propria tavola.

Intanto, vediamo insieme cosa si intenda per mise en place: che voi siate agli inizi dell'organizzazione o che siate già in fase avanzata, non potete trascurare questo elemento fondamentale; si tratta, infatti, del corredo di piatti, posate bicchieri e tovagliolo che vengono posti in tavola (da qui mise en place), come dotazione per il commensale.


Abbiamo già la prima risposta alle nostre domande: non solo è importante, è del tutto essenziale per qualunque ricevimento venga previsto.


Possono esserci vari modi di allestire la tavola, a seconda della tipologia di ricevimento che venga offerto: dipende molto dalla formalità dello stesso, sulla base della quale gli elementi possono variare.


È tuttavia imprescindibile il fatto che per ogni posto di ciascun ospite, l'allestimento debba essere sempre personale e completo.


In particolare, è necessario prevedere di base il tovagliolo, un sottopiatto al centro, una o due forchette da tavola a sinistra, un coltello da tavola a destra, bicchiere d'acqua accanto alla punta del coltello, piattino da pane accanto alla punta della forchetta.



Naturalmente, esistono molte varianti a riguardo, ciascuna legata strettamente al menu concordato.


Quindi, dobbiamo prima aver scelto un menu?

mise en place
La mise en place secondo le prescrizioni del bon ton..