Il padre della sposa, ovvero l'altro uomo della vostra vita.

Un padre è il primo amore di una figlia, un supereroe capace di tutto.

E a pochi passi dall'altare lui è sempre lì per voi.


Ma quali sono i compiti che dovrà svolgere in quel giorno? quali le raccomandazioni?

E soprattutto, come possiamo rendere la sua giornata memorabile?


Sono sicura che tutti almeno una volta nella vita abbiamo visto il film con Steve Martin, nel rocambolesco ruolo di padre di famiglia che deve affrontare il matrimonio della figlia e fa i conti con una separazione a cui non era preparato.


Ebbene, sembra un rito di passaggio per ogni padre che abbia la fortuna di vedere la propria “bambina” convolare a nozze.

Credo che per nessuno di loro sia facile accettare di condividere un bene così prezioso come l'amore di una figlia. Tuttavia, attraverso questi brevi consigli, sono certa che saprete rendere la sua giornata perfetta.

Vediamo insieme intanto quale ruolo spetta al padre e in che modo renderlo partecipe durante i preparativi.


Secondo le regole del Galateo, è usanza che il padre della sposa abbia in carico le spese del ricevimento: questo storicamente perché era lui a dover provvedere che la figlia avesse una buona dote per il proprio matrimonio.

Naturalmente questa usanza è caduta un pochino in disuso, dal momento che oggi giorno le coppie hanno già raggiunto un’indipendenza economica quando decidono di convolare a nozze.

Difficilmente di questi tempi sono i genitori a farsi carico delle nozze dei propri figli, se pur non rinunciando a supportarli e sostenerli sotto il profilo oneroso.


Così, il padre della sposa resta comunque la figura cardine da cui, secondo il bon ton, parte comunque tutta l'organizzazione del matrimonio.


Cosa intendo?

Ecco, è ancora buona abitudine, infatti, che il futuro sposo chieda la mano al papà della sua innamorata.

Forse, anche questa tradizione sta lentamente scomparendo: tuttavia, se vogliamo attenerci al protocollo che si converrebbe in questa circostanza, trovo che sia sempre un gesto molto delicato e rispettoso da compiere.

E indubbiamente, rappresenta la prima delle raccomandazioni da tenere a mente per coinvolgerlo nel vostro grande giorno.


Molto probabilmente, da qui in avanti le figure femminili coinvolte nell’organizzazione saranno quelle che avranno il sopravvento. Perché, allora, non farlo sentire speciale chiedendogli la benedizione sul vostro matrimonio?