S.o.S documenti per il matrimonio in chiesa: guida velocissima (pratica) per non impazzire.

Aggiornato il: feb 11

A breve sarà il momento per produrre tutti i documenti per il vostro matrimonio. Può essere un labirinto, oppure molto ma molto semplice se sapete come dovete fare.


Rendiamola subito semplice.

La trafila è questa: 

- corso prematrimoniale 

- consenso e raccolta documenti 

- pubblicazioni religiose e civili.

- preparazione alla/della liturgia nuziale.


Step 1: il corso prematrimoniale

Ogni parrocchia organizza il corso con modalità e tempi differenti: prendete contatto con la vostra segreteria parrocchiale che vi dirà date e durata della frequentazione. E non credete.. benché obbligatorio, può essere davvero divertente!


Step 2: consenso e raccolta documenti

Al termine del corso prematrimoniale è necessario procurarsi i documenti necessari per il disbrigo della pratica presso la parrocchia.

I documenti richiesti, di base, sono battesimo e cresima (si va nella parrocchia del battesimo, dove quasi sempre c'è anche l'annotazione della cresima e quindi si fa un certificato unico). 

I certificati per uso matrimonio hanno validità di 6 mesi.

Una volta raccolti e terminato il corso segue il consenso.


Ma che cos'è?

E' il nullaosta rilasciato dal parroco a conferma della volontà dei fidanzati di sposarsi e del loro stato libero.

Come avviene?

Alcuni lo chiamano anche "Processetto": il parroco interroga separatamente gli sposi, formulando loro domande molto semplici, solo per essere sicuri che non ci siano impedimenti relativi alla loro situazione sentimentale, ovvero costrizioni sulla scelta di sposarsi. [Non temete future spose, qualche piccola pressione psicologica mossa ai vostri fidanzati in passato non dovrebbe nuocere all'esito.. ;)]

Se i "nubendi" cioè coloro che intendono convolare a nozze non manifestano impedimenti, come legami di sangue o precedenti matrimoni in essere viene rilasciato il certificato di richiesta delle pubblicazioni.


Mi raccomando... Non vanno mai anticipate le pubblicazioni civili, finché non si sia fatto il consenso (sempre che facciate un matrimonio religioso concordatario).


Step 3: le pubblicazioni

Salvo indicazioni specifiche, contestualmente è richiesto il certificato plurimo contestuale.

E qui sto per darvi due buone notizie.. forse addirittura 3....

Prima notizia buona: il certificato può essere compilato e scaricato direttamente dal sito del comune in cui si celebrerà il matrimonio. Ormai si stanno dotando tutti di portali per l'informatizzazione delle pratiche, non dovrebbe essere difficile reperirlo online.

Il certificato ha validità 6 mesi da quando si avvia la pratica religiosa.

Seconda buona notizia: anche le pubblicazioni si possono fare online! E' sufficiente mandare una mail all'ufficio protocolli del comune, allegando istanza rilasciata dal parroco con la carta d'identità della sposa o dello sposo in base a chi è residente nel comune.

Terza buona notizia: può essere delegata una persona per vostro conto.. però, volete mettere fare questo passaggio insieme voi due?


Questo è un momento che in molte parti d'Italia viene proprio festeggiato come importantissimo: da qui in avanti, non si torna indietro, si dichiara infatti la propria pubblica intenzione di diventare marito e moglie. Addirittura, per tradizione, si suggerisce alla futura sposa di vestirsi di verde.

Dal punto di vista legale, costituisce una promessa di matrimonio: è pertanto impugnabile, se mai dovesse ricorrere il caso.


In cosa consiste realmente?

I due futuri sposi entrano dal funzionario presso l’ufficio preposto alla registrazione dei matrimoni per una firma e il gioco è fatto.

Occorre portare un documento di identità valido, l’atto di nascita e il certificato contestuale (contenente informazioni anagrafiche).

Si fissa, poi, una data per effettuare il consenso, una procedura ufficiale tramite la quale il Comune registra la reciproca volontà di sposarsi: non è necessaria la presenza di testimoni; addirittura è possibile che si presenti solo uno dei due futuri coniugi, purché in possesso di delega firmata, copia della carta d’identità e del codice fiscale dell’altro e richiesta di pubblicazione rilasciata dal parroco.

A questo punto il Comune espone le pubblicazioni, che hanno la funzione di far sapere a tutti che due persone si sposano, al termine delle quali viene rilasciato il certificato di avvenute pubblicazioni, da consegnare al parroco, che provvederà ad esporre le pubblicazioni religiose in parrocchia.

Dove si possono vedere le pubblicazioni?

Ogni comune ha un suo Albo Pretorio, qui trovate quello del Comune di Milano, per esempio. La sua funzionalità è proprio quella di rendere pubbliche quelle decisioni delle istituzioni che devono essere note a tutti. Le pubblicazioni vengono "esposte" in questo spazio virtuale.


Step 4: la preparazione alle/della liturgia

Fatto tutto l'iter precedente, direi che ci siete: dovrete solo prepararvi al grande passo, scegliendo le letture idonee alla vostra celebrazione. Una volta composto il libretto, andrà condiviso con il celebrante che si occuperà di officiare il rito, per sua validazione.

Vi ricordo che esistono due riti: quello romano a quello ambrosiano, quest'ultimo è specifico per chi risieda sotto la curia di Milano.



Se desideri scaricare i due modelli per imbastire il tuo libretto puoi cliccare qui.


Ecco, ora è più semplice non è vero? L'importante che non dimentichiate che al di là dei tempi necessari di cui tenere conto per tutto l'iter necessario, quello che state per compiere è un bellissimo passo. Non perdetevi quindi il viaggio, questo procedimento è una bellissima parte, un mattoncino per costruire la vostra casa da marito e moglie.

Il mio consiglio quindi è: godetevi anche questi preparativi, sarà tutto più esaltante!




Se l'articolo sul post vi è piaciuto, non esitate a prendere contatto con me: la pianificazione del matrimonio merita grande attenzione, tante risate e molta dedizione.

Pronti a vivere una Favola Reale?


Fonti:

https://www.laleggepertutti.it/137130_matrimonio-in-comune-e-in-chiesa-tutti-i-documenti-necessari


Special thanks to:

White Tulipa Wedding & Events Planner per la consulenza sulle pubblicazioni online

Carlotta Sironi Event Designer per la stationary

Gilberti Ricca per la foto del libretto


Via Perin del Vaga 9

20156 Milano

Tel: +39 339 35 31 674

lafavolareale.wp@gmail.com

© 2018 by La Favola Reale  

Contact us 

  • White Instagram Icon
  • White Facebook Icon
  • White Pinterest Icon