Da agriturismo a location glam per il tuo matrimonio

Cari futuri sposi, le emozioni che state vivendo in questo momento sono un turbine di gioia, eccitazione e, lo so, anche un po’ di ansia. La proposta è arrivata, e ora siete immersi in un mondo di progetti e dettagli da organizzare per il vostro grande giorno. Capisco perfettamente quanto sia intenso questo momento e voglio rassicurarvi: non siete soli in questa avventura.

In qualità di wedding planner, comprendo quanto sia emozionante e impegnativo pianificare il vostro giorno speciale. Tra le molte decisioni da prendere, una delle più significative riguarda la scelta della location. Ogni luogo ha il suo fascino unico e può trasformare completamente l’atmosfera del vostro matrimonio.

Oggi voglio raccontarti la storia di una delle mie coppie di sposi, e di come abbiamo trasformato una location che per loro aveva una certa importanza affettiva, in un ambiente da sogno.

Ti racconto qual è stata la nostra sfida

Quando ho fissato la call con Adriana e Fabio per conoscerci e capire se potevo essere io la persona giusta per loro, ho capito subito che era il tipo di coppia che aveva voglia di mettersi in gioco e creare qualcosa che fosse veramente unico, un’autentica favola reale.

Fin dal primo momento c’è stato un fortissimo feeling e una buona empatia tra di noi.

Durante la nostra chiacchierata sono rimasta ad ascoltare attentamente per capire quali fossero i loro desideri; questa fase per me è fondamentale perchè mi aiuta a conoscere davvero le coppie con cui andrò a lavorare, a comprendere i loro gusti e desideri. A questo punto è emerso che avevano già individuato la location in cui avrebbero voluto ambientare il loro matrimonio. Si trattava di un luogo che loro conoscevano e al quale erano affezionati perché era un posto dove spesso si trovavano a vivere momenti conviviali con amici e parenti: l’agriturismo Sant’Anna presso Eupilio, in provincia di Como. Quale posto migliore per ambientare il loro matrimonio?

Gli spazi dell’agriturismo

Non conoscevo questa location,e devo ammettere che gli agriturismi sono un pò lontani dal mio concetto di glamour: questa per me è stata una bella sfida! Abbiamo fissato un sopralluogo per individuare e capire punti di forza e di debolezza della struttura.

Una volta arrivati, ho conosciuto lì il responsabile degli eventi della location, Adolfo, una persona davvero preziosa come se ne conoscono poche, con cui, oltre a definire chiaramente gli aspetti legati alla parte culinaria, ci siamo concentrati sugli spazi.

I numeri che prevedevano Adriana e Fabio nella lista ospiti non erano bassi; la criticità che emergeva immediatamente era legata all’eventuale piano B (da tenere sempre a mente in caso di maltempo!) che poteva ospitare un numero più ridotto di ospiti, o quantomeno rischiavamo di trovarci proprio al limite.

La conditio sine qua non, era di non aumentare più l’elenco degli ospiti perché questo avrebbe messo in difficoltà tutta la gestione in caso di brutto tempo.

La struttura è divisa su due piani: la parte superiore è un fienile dai caratteri molto forti e definiti: l’ambientazione è meravigliosamente rustica, con utensili della vita contadina e mais ad adornare i muri parzialmente ricoperti da listoni di legno. La parte inferiore della struttura, funzionante ed aperta abitualmente al pubblico come ristorante, è divisa in due sale:una particolarmente grande e una invece più piccola che può ospitare un numero esiguo di ospiti. La parte interessante è la zona esterna: circondato dalla fattoria didattica e dal maneggio, troviamo uno spazio verde all’ombra del monte Cornizzolo, coperto da una tensostruttura originale, la cui forma ricorda quella di una tenda beduina.

Perfetto per chi ama ambientazioni rustiche e naturali!

Come abbiamo pianificato il lavoro da fare

A questo punto abbiamo iniziato a fare un piano di lavoro, concentrando particolarmente i nostri sforzi in termini di allestimento proprio sulla parte esterna (sperando che il tempo ci potesse aiutare!)

Abbiamo poi individuato insieme quali dovessero essere i fornitori, e gli elementi su cui puntare, primi tra tutti:

  • La mise en place
  • L’allestimento floreale
  • il light design
  • Il tableau mariage

La mise en place

Abbiamo dedicato un’attenzione significativa al design e alla disposizione degli elementi per elevare l’atmosfera del ricevimento, conferendogli un’aura più consona a un evento nuziale anziché a un semplice pranzo domenicale.

Questo ci ha permesso di rimanere in un contesto bucolico agreste, senza snaturare quello che era il quadro scelto dagli sposi, e allo stesso tempo di dare una chiave di lettura che avesse un tocco chic e glamour.

I matrimoni dallo stile country chic sono ancora una grande tendenza nel 2024!

L’allestimento floreale

Durante l’allestimento del matrimonio, abbiamo curato con attenzione ogni dettaglio per creare un’atmosfera davvero unica. Sui tavoli, spuntavano delle meravigliose aiuole di fiori alternate a piccole zucche ornamentali, che si inserivano bene nella scelta della mise en place dai toni naturali. L’ambiente che abbiamo creato era davvero suggestivo.

Il design minimalista e naturale delle tensostrutture ha permesso di sospenderne delle ceste di vimini, creando un effetto a cascata che richiamava il contesto agreste circostante. Le composizioni floreali, in cui si alternavano le aiuole a delle imponenti alzatine con composizioni di fiori, hanno conferito al tutto un fascino scenografico e campestre, rendendo l’esperienza complessiva davvero mozzafiato.

Il light design

Un altro elemento su cui abbiamo certamente lavorato era legato proprio all’illuminazione, in particolare dello spazio esterno.

Con il termine light design, si intende proprio la progettazione e l’utilizzo strategico delle luci per creare atmosfere e ambientazioni suggestive durante l’evento. Questo include la scelta delle luci, la disposizione di queste, l’uso di colori e intensità diverse per adattare l’illuminazione alle diverse fasi del ricevimento. A volte, viene inserito anche per enfatizzare la cerimonia, non solo nei riti civili ma anche nei riti religiosi, così da dare drammatica bellezza al momento più solenne della giornata del matrimonio, ovvero quella delle vostre promesse.

 Il light design può contribuire significativamente a valorizzare gli allestimenti, sottolineare dettagli, e creare un’esperienza visiva memorabile per gli ospiti e gli sposi!

Tableau mariage in tema

Per non lasciare nessun dettaglio al caso, abbiamo studiato anche un tableau mariage perfetto per questo contesto: delle balle di fieno da cui spuntavano delle composizioni floreali con attrezzi della quotidianità contadina, alternati a piccole cornici oro con grafiche delicate che richiamavano gli animali della fattoria. Una proposta sicuramente simpatica ed eclettica che ci ha permesso di passare da un agriturismo della domenica, ad un’ambientazione da favola.

Qual era il nostro piano, e come è finita

Come già ti accennavo, durante un matrimonio è fondamentale avere un piano alternativo in caso di maltempo (Piano B), ed un professionista a cui affidarsi con tranquillità, sapendo che possa gestire tutto tempestivamente nel caso in cui si debbano cambiare i programmi. 

Questo assicura che l’evento possa svolgersi senza problemi, garantendo il comfort degli ospiti e preservando l’atmosfera magica della giornata. Un piano alternativo ben organizzato permette di affrontare gli imprevisti con serenità e assicura che il matrimonio sia memorabile indipendentemente dalle condizioni meteorologiche.

Quando è arrivato il gran giorno di Adriana e Fabio le previsioni meteo non erano così favorevoli, e devo essere sincera, anche nei giorni precedenti abbiamo trattenuto il respiro parecchio perché era prevista possibile pioggia, e gli occhi sono stati puntati tutto il tempo su ben tre siti meteo per valutare se fosse il caso di ambientare tutto all’esterno, oppure dividere gli ospiti tra le due sale interne.

Secondo il nostro programma, la serata comprendeva un aperitivo al piano superiore nella parte del fienile, condividendo lo spazio esterno con quello interno, offrendo punti di appoggio e intervallate da più corner per le pietanze (tutte di produzione interna dell’agriturismo) e le bevande. Questo permetteva agli ospiti di godere degli spazi esterni e dell’atmosfera unica e rustica del fienile.

La cena invece era stata individuata al piano inferiore nella tensostruttura, sperando appunto che il tempo ci aiutasse.

Ebbene non ci siamo fatti abbattere dall’incertezza del meteo, e per non farci trovare impreparati abbiamo noleggiato delle strutture riscaldanti: così, abbiamo deciso di rischiare e lavorare allestendo la parte di tensostrutture e mantenendo sia gli spazi interni che esterni durante l’aperitivo.

La fortuna aiuta gli audaci, e l’esperienza ancora di più! Siamo riusciti a gestire tutto secondo i piani, il che ci ha permesso di creare uno scenario davvero fantastico.

Il mio orgoglio è stato riuscire a rendere felici Adriana e Fabio, trasformando il loro posto del cuore, in una location da sogno!

È stata un’autentica sfida!

Perchè ti dico questo? 

Come ti accennavo all’inizio, abitualmente collaboro con alcune location (che puoi scoprire qui) che sono un po’ diverse dal concetto di agriturismo. Trasformare uno spazio così magnificamente rurale e agreste, in una location glamour per me è stata una bella sfida, ma ne è valsa la pena! 

Vedere Adriana e Fabio così felici per aver trasformato uno spazio a cui erano così affezionati, nella loro location dei sogni, non ha prezzo.

Non è forse ciò che desideri anche tu?

Come wedding planner, sono qui per supportarti in ogni fase del percorso. Posso ascoltarti, consigliarti e aiutarti a tradurre la vostra visione in realtà, in modo che il vostro matrimonio rispecchi esattamente ciò che sognate.

La fase della pianificazione del matrimonio è un viaggio unico e speciale. È fatto di scelte importanti e dettagli che renderanno il vostro giorno indimenticabile. Ci sono così tante cose da considerare: la scelta della location perfetta, il tema o lo stile del matrimonio, la lista degli invitati, il catering, i fiori, la musica e tanto altro ancora.

È normale sentirsi un po’ sopraffatti dall’enormità di tutto questo, ma ricordatevi che ogni passo che compirete vi avvicinerà sempre di più al vostro sogno di matrimonio perfetto. Ogni decisione rifletterà la vostra unicità e la vostra storia d’amore. Non dimenticatevi di prendervi anche dei momenti di pausa, di godervi l’emozione di questo momento insieme e di condividere le vostre speranze e desideri per il futuro. Lavorando insieme, possiamo trasformare ogni sfida in un’opportunità per creare qualcosa di straordinario e autentico.

Se vuoi vedere meglio ciò che abbiamo realizzato per questo matrimonio, ti lascio qui una galleria fotografica.

Le foto sono di Gilberti Ricca.

L’allestimento floreale è di Alice Flower Stylist.

E la location, l’agriturismo Sant’Anna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *