Come scegliere il catering del tuo matrimonio?

Il catering per il matrimonio è un elemento fondamentale per assicurare che il grande giorno sia perfetto in ogni dettaglio.

sposi al tavolo per il ricevimento di matrimonio

Ecco alcuni consigli utili per aiutarti a fare la scelta giusta.

Facciamo solo una piccola premessa prima di addentrarci nell’argomento. Sai qual è la differenza tra catering e banqueting?

La differenza fondamentale tra catering e banqueting sta nel servizio offerto. Il catering si occupa principalmente della preparazione e della fornitura di cibo e bevande, solitamente consegnati e serviti in un luogo scelto dal cliente. Al contrario, il banqueting è un servizio più completo che include non solo la preparazione e la fornitura di cibo e bevande, ma anche l’allestimento dell’evento, compresa la disposizione dei tavoli, la presentazione dei piatti e il servizio ai tavoli. Quindi, mentre il catering si concentra principalmente sul cibo, il banqueting offre un’esperienza più completa e curata per gli ospiti durante un evento.

allestimento matrimonio

Per comodità, si assimila tutto nella parola catering, anche se di fatto la maggior parte delle aziende che fornisce questo servizio si è specializzata nell’offrire forniture più ampie e non solo legate al cibo e pertanto sono dei banqueting.

In questo articolo però ci concentreremo sull’aspetto legato alla somministrazione del cibo al ricevimento piuttosto che agli allestimenti, parleremo perciò prevalentemente di catering, ma le stesse informazioni sono valevoli per il banqueting.

Cominciamo.

Prima di tutto, per me, che sono wedding manager, le prime due domande da farsi sono: quanto budget dobbiamo allocare per questa voce? e la seconda è: quanto personale di staff viene previsto in sala, in rapporto al numero degli ospiti?

Rispondiamo con ordine.

Il catering, insieme al costo dedicato alla location, erode il 50/60% del budget totale stimato per il vostro matrimonio. Lo sapevi?

Tienine conto quando stili la stima delle spese legate al ricevimento di nozze.

Perciò, valuta attentamente il budget a disposizione e assicurati di trovare un servizio che offra un ottimo rapporto qualità-prezzo.

E qui arriva la risposta alla seconda domanda: un catering di livello medio alto, inserisce un rapporto di un cameriere ogni 10/12 persone per permettere che il servizio sia fluido e non vi siano attese estenuanti o disattenzioni che gli ospiti noterebbero sicuramente.

E tu non vuoi che succeda questo, giusto?

A seguire, poi, è importante considerare il tipo di cucina che desideri offrire ai tuoi ospiti: italiana tradizionale, cucina internazionale, o forse una proposta più creativa e innovativa.

E allora, avete presente la classica frase che si sente dire di un matrimonio: “Tutto bello ma si è mangiato così così?”

Bene, io credo fermamente che oltre a voler evitare di sentirla applicata al vostro matrimonio, desideriate offrire un banchetto memorabile.
Molti stanno puntando – a mio avviso correttamente – a limitare gli sprechi, offrendo 3 portate servite al tavolo la cui prima proposta è un antipasto finemente curato ma più leggero dell’opzione offerta da due primi.

finger food matrimonio

Questo non vuol dire lesinare in termini di budget, ma dare un servizio attento anche all’esigenze dei vostri ospiti: perchè? in primo luogo, dopo il ricco aperitivo, evitate di “ingolfarli” e di mandarli a casa prima del tempo perchè appesantiti dal troppo cibo.
In secondo luogo, è un modo sostenibile di mostrare eleganza e non opulenza.

Sapete come si dice, no? Il troppo stroppia!

Quindi, investite su questa voce, scegliendo catering di buon livello che garantiscano la soddisfazione generale, vostra e degli invitati.

Una volta scelto il tipo di cucina, dovrai pianificare con cura il menu, tenendo conto delle preferenze alimentari dei tuoi ospiti e garantendo, come detto, un equilibrio tra antipasti, primi, secondi e dessert.

Alta qualità degli ingredienti quindi, ma anche attenzione alla presentazione dei piatti per creare un’esperienza culinaria indimenticabile. Ricorda che la cura dei dettagli fa la differenza e che l’amore per la cucina si trasmette attraverso ogni boccone!

Non dimenticare di assaggiare i piatti proposti dal catering per garantire che siano di alta qualità e che soddisfino i gusti vostri naturalmente ma anche dei vostri invitati.

Sarebbe utile pianificare con anticipo la prova detta per l’appunto “tasting”, ma avendo cura di scegliere una stagione affine a quella del vostro matrimonio: solo in questo modo potrete assaggiare prodotti effettivamente presenti in quel periodo, avendo una chiara visione (o sarebbe meglio dire… palato!) di quello che verrà cucinato al vostro ricevimento.

La parola d’ordine perciò è stagionalità!

In questo modo viene rispettata la freschezza degli alimenti e, conseguentemente, la qualità degli stessi.

Infine, assicurati di comunicare chiaramente le tue preferenze e eventuali restrizioni alimentari in modo che il catering possa personalizzare al meglio il menù per il tuo matrimonio.

Questo aspetto, soprattutto legato alle allergie degli ospiti, potrà essere più chiaro quando verso la fine della tua pianificazione avrai ricevuto le conferme definitive dei tuoi invitati (a cui dovrai chiedere se vi sono disposizioni da segnalare per garantire loro un’esperienza culinaria al pari degli altri ospiti).

Mi raccomando: segnala tutte le allergie e intolleranze, anche quelle che apparentemente da menu non sembrano essere rilevanti!
La contaminazione può giocare brutti scherzi ed essere pericolosa.

Con un po’ di attenzione e ricerca, sarai in grado di scegliere il catering (o banqueting!) perfetto per rendere il tuo giorno speciale ancora più memorabile.

Non sai comunque a chi rivolgerti?

Scrivimi, insieme individueremo tra i molti fornitori quelli più giusti per creare insieme la vostra Favola Reale.

la torta di nozze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *